• Sara Morandi

Museo di Enrico Caruso” “La notte c’e’ il suo fantasma” | INTERVISTA E FOTO

A Lastra Signa, vicino a Firenze – nel cuore della Toscana – troviamo la villa cinquecentesca acquistata nel 1906 dal tenore napoletano Enrico Caruso.

Una struttura circondata da un parco monumentale, e ad oggi, e’ un luogo ideale per convegni, matrimoni ed eventi. Non solo, ma anche un museo per ricordare ed omaggiare il tenore e la sua famiglia, con foto ed oggetti personali.

Una vera perla per la nostra regione di cui ne parliamo con il direttore dell’associazione che gestisce il museo: il Dott. Stefano Calistri.


INTERVISTA A STEFANO CALISTRI


Dott. Calistri, grazie per la disponibilità. A Firenze, piu' precisamente a Lastra a Signa, c'e' un grande tesoro su Enrico Caruso. Che cosa possiamo trovare nella sua meravigliosa villa?


Possiamo trovare la sua residenza. La casa che aveva implementato per sé e la sua famiglia. Troviamo il parco ed il giardino all'italiana, e all'interno di quelle che furono le stanze dove viveva adesso c'è il museo a lui dedicato. All'interno del Museo possiamo trovare parte della sua storia personale e della sua storia artistica ... E forse il suo fantasma, ma questo solo, quando il museo è chiuso.


Enrico Caruso, non e' stato apprezzato per quanto meritava anche in Italia, come mai?

Nessuno è profeta in patria. Anche se non è del tutto vero. Non è stato apprezzato ed amato quanto meritava a Napoli, sua città natale. Ma in Italia ha avuto successo e riconoscimenti anche se la sua fama è stata sicuramente maggiore a New York dove ha cantato per anni al Metropolitan.

Villa Caruso può prestarsi sia per visite didattiche, turistiche ma anche per eventi. Può illustrarci come fare?


Certo, alla Villa passate le ristrettezze imposte dalla pandemia, si può visitare il Museo, il parco e ci sono degli spazi che possono essere affittati per cerimonie e feste. Basta telefonare in Villa o mandare un’e-mail per avere le informazioni oppure contattarci tramite i maggiori social network come Facebook o Instagram.


Come avrebbe passato, secondo Lei in villa, le scorse festivita’ il maestro Caruso?


A Villa Bellosguardo a preparare il suo presepe di cui era un cultore appassionato.


Link:

https://villacaruso.it/it/

https://www.facebook.com/museoenricocaruso

https://www.facebook.com/villa.caruso/

https://www.instagram.com/villamuseocaruso/


81 visualizzazioni0 commenti
  • Facebook
  • Instagram