• Sara Morandi

Musica, intervista ad Andrea Butturini che ci presenta il suo singolo "Stanco" feat. Ragno| NEWS

“Stanco” è il nuovo singolo di Andrea Butturini in featuring con RAGNO, il brano dei due producer bresciani descrive una distanza insostenibile che all’improvviso esplode in un’elettronica scura, un’anima cantautorale danza su sonorità da clubbing.

Musica, intervista ad Andrea Butturini che ci presenta il suo singolo "Stanco" feat. Ragno| news

Il singolo è nato come molti altri in quarantena ed è stato poi ripreso e lavorato in momenti diversi ma ovviamente porta con sé un concetto ben preciso di distanza. Separati dagli affetti e dalle persone che amiamo la notte, il sogno, diventa l’unica occasione in cui poter essere vicini seguendo idealmente quella necessità di evadere, di muoversi, di amarsi fino a tarda notte. Dopo un incipit più rarefatto il brano si spinge su generi come techno e deep house in un gioco di contrasti con il testo in italiano che a sua volta si lascia caricare dal groove della composizione.


INTERVISTA AD ANDREA BUTTURINI


Ciao Andrea, come nasce "Stanco", la tua nuova canzone?

La prima idea di Stanco è nata durante la quarantena del 2020, brano dal testo fortemente influenzato dal momento storico che abbiamo vissuto. Il concetto di distanza torna spesso nel testo, “come fai a stare sola?”. Ho pensato che l’unico momento in cui si potesse essere vicini, in un periodo come quello, fosse durante la notte, nel sogno. È nata quindi l’idea di considerare la notte, il sogno, come l’unico momento per fuggire, di evadere, di muoversi, di amarsi fino a tarda notte. Influenzato a vicenda tra testo e sonorità, il brano mantiene un sapore dark, con richiami alla techno e alla deep house. Il brano nel corso del tempo ha subito modifiche melodiche, tecniche e di significato, il finale ad esempio, aggiunto in seguito, spiega come l’essere tornati vicini, possa riportare alla pace della mente.

Secondo, puo' capitare di essere stanchi per la vita?

La vita è sicuramente la sfida più grande che dobbiamo affrontare, quando ci si pone un obiettivo, di qualsiasi tipo, raggiungerlo comporta grande sforzo e grande forza: mentale, fisica. Credo che la stanchezza ci influenzi negativamente quando viviamo una vita che non ci appaga, non ci soddisfa, perché nascosti dietro un semplice apparire, dove tutto perde colore e conta soltanto l’immagine che diamo di noi stessi agli altri. Il mio personale obiettivo è vivere di musica, indipendentemente dal successo, dalla fama, raggiungere questo traguardo, non mi stancherà mai.

Sogni nel cassetto o progetti per il futuro?

Il mio sogno più grande è avere la possibilità di continuare a costruire questo percorso artistico, facendo ciò che più mi fa stare bene. Continuare a formarmi, come musicista e produttore, dare luce a nuove idee e lavorare anche per altri artisti. Nel futuro ho in programma di creare uno spazio dove poter lavorare alle mie cose, a progetti terzi, dove gli artisti si possano sentire a casa loro, lavorare alle loro idee liberamente, senza limite di tempo. Nel cassetto è sempre chiuso il sogno di un tour nazionale con la mia musica.


Ringraziamo per preziosa e consueta collaborazione l'ufficio stampa di "Delta Ramificazioni culturali"


Link:


https://www.instagram.com/andreabutturini/

https://www.facebook.com/andreabutturiniofficial


17 visualizzazioni0 commenti
  • Facebook
  • Instagram