• Sara Morandi

“Rosa e Matilda”: un libro dedicato al rispetto per gli animali | INTERVISTA

Rosa e Matilda il nuovo libro di Monia Monti. Un testo adatto a tutte le eta’ in cui educa all’amore e al rispetto per gli animali.


Una storia che parte una vissuto, da un racconto dell’autrice che ha deciso di narrare in maniera semplice e divertente. La felicita’? Imparare a organizzare bene le giornate, gestire il tempo, puo’ essere di grande aiuto per vivere meglio, facend una grande differenza.


INTERVISTA A MONIA MONTI


Monia, il tuo nuovo libro, dal titolo "Rosa e Matilda. La felicità si costruisce insieme” Eifis Editore, è una storia che si può leggere a tutte le età? In che senso è tratto da una storia vera? I veri protagonisti sono animali o persone in carne ed ossa?


È una lettura adatta dai 6 ai 100 anni! Può essere proposta anche ai bambini più piccoli, ovviamente deve essere l'adulto che si fa interprete della lettura. Un libro che ritengo molto utile anche nei contesti educativi e scolastici oltreché familiari.

È una storia che ho vissuto in prima persona. Mi trovavo in auto e stavo andando in ospedale a fare una visita a mio babbo. Era una giornata particolarmente fredda, nebbiosa, da dover stare con il naso appiccicato al vetro per vedere fuori. Tutto attorno la natura è particolarmente silenziosa, sembra quasi essere andata in letargo. Ad un certo punto in lontananza intravedo qualcosa di bianco in mezzo alla strada, ma a causa della scarsa visibilità non riesco a capire di cosa si tratta fino a quando sono a qualche metro di distanza. Ed ecco che mi trovo di fronte ad un pollo. Capisco che si tratta di un pollo di allevamento caduto da un camion che lo stava trasportando al macello. Mi colpisce il suo sguardo che, pur senza parole, mi chiede disperatamente aiuto e al tempo stesso mi procura un tonfo al cuore perché mi richiama una sorta di legame antico e misterioso. Torno indietro con l’auto, scendo e faccio segno alle auto che stanno arrivando di fermarsi per evitare che investano me e il pollo. Carico il pollo in auto e dal quel momento sono nate tante meravigliose avventure.

ll tema di fondo e il messaggio pedagogico che ho inteso trasmettere è l'AMORE e il RISPETTO per gli animali e per la vita nelle sue molteplici sfumature. Indipendentemente dall'essere ricoperti di pelle, piume, squame o da una corazza dentro ad ogni essere vivente batte forte un cuore, si muovono emozioni: gioia, felicità, dolore, tristezza. Ogni essere vivente merita di essere RISPETTATO.

I protagonisti sono dunque animali e persone in carne e ossa: Rosa (il pollo) e Matilda (la sottoscritta). Una delle tante cose buffe successe è che questo meraviglioso pollo, diventato poi un fantastico gallo è stato scambiato inizialmente per una gallina, da qui il nome Rosa. Se curiosi di scoprire come è andata vi invito a leggere il libro. I proventi della vendita del libro andranno alla LAV, una delle più importanti organizzazioni italiane che si occupa di protezione e salvaguardia degli animali.



La felicità è una meta impossibile o ci dobbiamo accontentare di "attimi di felicità"?


È uno degli aspetti che tratto in maniera piuttosto diffusa all’interno del libro sia nella prima parte (in cui è Rosa che racconta la sua storia) sia nella seconda (più indirizzata allo sviluppo e benessere personale).

Molto spesso siamo abituati a pensare che siamo felici “SE otteniamo un certo risultato”, “SE abbiamo una certa cosa”, “SE una persona fa una determinata cosa per noi”, insomma SE, SE, SE. È molto più funzionale allenarsi a spostare il focus di attenzione dall’esterno (persone, situazioni, oggetti) al nostro interno, a sé.

Ritengo, inoltre che siano molto importanti le lenti con cui interpretiamo le situazioni. Per intenderci il classico bicchiere “mezzo pieno” o “mezzo vuoto”. Il bicchiere contiene una certa quantità di acqua, siamo noi che lo vediamo mezzo pieno o mezzo vuoto, ma la quantità di acqua è sempre la stessa!

Imparare a cogliere l’aspetto positivo in ogni situazione può fare una grande differenza e consentirci di vivere non solo attimi di felicità, ma un’esistenza decisamente più serena e gioiosa.


La felicità se potessi paragonarla ad un oggetto, ad un cibo o ad una cosa altrettanto "astratta ma reale" a che cosa la paragoneresti?


La felicità, se devo paragonarla a qualcosa, l’associo alla piacevole sensazione di accarezzare il pelo morbido e vellutato dei miei adorabili gatti e il tenere in braccio e toccare le piume della mia meravigliosa Rosa (il pollo, nonché il protagonista del libro di cui abbiamo parlato sopra).




In un periodo così difficile come la pandemia da Coronavirus, come possiamo trovare la felicità?


Il periodo che stiamo vivendo ci sta mettendo a dura prova sotto tanti punti di vista. Sicuramente ci troviamo quasi tutti con tanto tempo a disposizione, una cosa che normalmente manca nella nostra vita e di cui spesso ci lamentiamo.

È importante saper gestire bene il tempo e organizzare la nostra giornata con una serie di attività. Potremmo sfruttare questo tempo prendendoci cura di noi stessi, facendo cose che ci fanno piacere e ci fanno stare bene: godersi un bagno rilassante, leggere un libro, giocare con i nostri figli, scrivere, dedicare attenzioni al nostro partner, cucinare, dipingere, praticare tecniche di meditazione o rilassamento, ecc.

Come trainer ed esperta di tecniche di meditazione, che pratico e insegno da oltre vent’anni, trovo che la meditazione possa essere veramente di grande aiuto in questo periodo. È un’attività che, se praticata con un pochino di continuità e costanza (sono sufficienti pochi minuti al giorno), ci consente di ritrovare uno stato di profonda calma, di gestire con più efficacia le situazioni di stress, ansia, paura, di quietare la mente dalla frenesia dei pensieri e di rilassarci fisicamente.





  • Facebook
  • Instagram
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now