• Angela Pensabene

Sabrina Martina: "Un'aspirazione: lavorare con Elio Germano"

Sabrina Martina: “Agli occhi di chi mi guarda vorrei che venissero fuori i dettagli di me che conosco e che penso non emergano spesso agli occhi di chi mi guarda.”

Sabrina Martina: "Un'aspirazione: lavorare con Elio Germano" | Angela Pensabene
Sabrina Martina: "Un'aspirazione: lavorare con Elio Germano" | Angela Pensabene

INTERVISTA A SABRINA MARTINA


Lei ha lavorato per fiction di successo quali La strada di casa, Luce dei tuoi

occhi e Il silenzio dell'acqua. Cosa le hanno trasmesso queste esperienze lavorative, soprattutto affiancata da colleghi come Anna Valle, Giuseppe Zeno, Alessio Boni e Giorgio Pasotti?


Ciò che trasmette un’esperienza lavorativa nel mio settore non è solo relazionata ai grandi

attori con cui ho l’onore di lavorare. Ogni set, partendo da tutti i dettagli che lo

compongono, la sua troupe, le sue dinamiche o i legami che si creano regala tanti ricordi

importanti. Ciò che mi rimane spesso più a cuore è la creazione del mio personaggio, che

porta inevitabilmente ad una diretta crescita della mia persona. Nel dettaglio?

“La strada di casa” è stato il primo importante set su cui ho avuto il grande piacere di

lavorare: “Viola” era un personaggio molto particolare, estremamente vulnerabile, con una

storia importante e profonda e un messaggio da non sottovalutare. Alessio Boni mi ha

aiutato moltissimo, mi ha donato tanti consigli di cui in tutta sincerità faccio ancora grande

tesoro. “Il silenzio dell’acqua” è forse uno dei progetti che mi è rimasto veramente nel cuore.

Sicuramente per “Grazia”, una ragazza molto particolare, tanto sensibile, spesso

incompresa, con un’enorme sofferenza da trasportare, per la quale ringrazio sempre il

regista Pier Belloni che mi ha dato completa fiducia. Posso aggiungere un appunto sincero

senza risultare stucchevole? Anche qui ho incontrato persone fantastiche, da Giorgio

Pasotti e Ambra Angiolini, a Fausto Sciarappa, Thomas Trabacchi e Carlotta Natoli.

Di “Luce dei tuoi occhi” ahimè non posso dire ancora molto. È stata un’esperienza unica,

sia perché include la danza, altra mia grande passione da sempre, sia perché oltre ai

protagonisti adulti, ho avuto la grande fortuna di incontrare dei colleghi della mia età che

oggi posso tranquillamente definire amici.

Sabrina Martina: "Un'aspirazione: lavorare con Elio Germano" | Angela Pensabene
Sabrina Martina: "Un'aspirazione: lavorare con Elio Germano" | Angela Pensabene

Tra le esperienze cinematografiche, tra cui La ragazza nella nebbia, Nessuno

come noi e Odio l'estate. Quale di questi le hanno maggiormente concesso di

crescere e di sentirsi più a suo agio durante la lavorazione?


Onestamente non saprei rispondere a questa domanda in maniera precisa, perché tutte e

tre queste esperienze mi hanno concesso di crescere e soprattutto non ho mai avuto la

sensazione di sentirmi a disagio. Chiaramente, sono tre esperienze differenti e in quanto

tali mi hanno lasciato elementi unici tra loro. “Nessuno come noi” è stata una catapulta in un altro mondo, ambientato negli anni ’80,con i principi e le dinamiche di una volta. Sul set de’ “La ragazza nella nebbia” ci ho trascorso poche giornate ma che ben ricordo! Onestamente però è l’eccellente risultato finale che mi ha colpito più di tutto, non che avessi dubbi sapendo che dietro la sua

creazione ci fosse Donato Carrisi.“Odio l’estate” è stato un set pieno di serenità e risate, come si può immaginare, ma tanta professionalità. Mi sono divertita moltissimo. Ecco forse se dovessi scegliere tra questi tre il set con più leggerezza, senza dubbio sarebbe questo!


Poco più che ventenne, lei è già una giovane e promettente promessa del panorama cinematografico e televisivo italiano. Se volesse fare di se stessa un trailer che parli di Sabrina donna e artista, che toni avrebbe e da chi lo farebbe creare e perché?


Come prima cosa ringrazio per avermi definito “artista”, è un grande complimento, spesso

preso troppo per scontato. In secondo luogo, ammetto che è una domanda molto

interessante, ci ho pensato un po’ prima di rispondere. Se dovessi creare un trailer di me stessa probabilmente vorrei uscissero tutti quei dettagli di me che conosco e che penso spesso non emergano agli occhi di chi mi guarda. Dico “penso non emergano” perché mi capita qualche volta di parlare con qualcuno e pensare “come fa a conoscermi così bene, non pensavo si notasse”. Detesto delegare un lavoro ad altre persone (specialmente se mi piace), ma so che per questa circostanza saprei trovarne più di una a me molto vicine con una grande voglia di comunicare e gli strumenti

artistici per farlo che saprebbero rendere un ottimo risultato.

Sabrina Martina: "Un'aspirazione: lavorare con Elio Germano" | Angela Pensabene
Sabrina Martina: "Un'aspirazione: lavorare con Elio Germano" | Angela Pensabene

Con quale regista e con quale attore o attrice le piacerebbe lavorare e

confrontarsi?


Sicuramente mi piacerebbe lavorare con Elio Germano. Ho iniziato a conoscere i suoi

lavori recentemente e sono rimasta molto colpita. Ora, lui è il primo nome che mi viene in mente, ce ne sono tanti altri, ma nello specifico non ho mai saputo fare una lista in vita mia, so solo di voler lavorare con chiunque dimostri di avere talento in questo lavoro, perché qualsiasi età o esperienza esso/a abbia, so che mi potrà insegnare qualcosa.

Sabrina Martina: "Un'aspirazione: lavorare con Elio Germano" | Angela Pensabene
Sabrina Martina: "Un'aspirazione: lavorare con Elio Germano" | Angela Pensabene

Come sta vivendo questo periodo così recriminato per il cinema e la tivù in

generale, con tutte le restrizioni a cui sottostare? Ha dei progetti futuri a questa

lavorando e di cui vorresti parlarci?


È un periodo veramente particolare per tutti, non solo per il nostro settore come ben

sappiamo. Onestamente non mi posso lamentare di come sia andato lavorativamente il

mio 2020 perché sono praticamente sempre stata sul set. Al momento non ho progetti futuri, ma ci sto lavorando aspettando che su Canale 5 esca presto “Luce dei tuoi occhi”. Mi manca molto andare al cinema.


Ringraziamo per la preziosa collaborazione Sara Martinelli e tutto lo staff di Studio Emme.


https://www.instagram.com/sabrinamartinaa/

https://www.facebook.com/sabrinamartinaa

https://studioemme.net/

http://www.saramartinelli.com/

http://www.studioemmeagency.com/

https://www.facebook.com/StudioEmme

https://www.instagram.com/studioemmeofficial/


  • Facebook
  • Instagram