• Sara Morandi

"Ti intervisto", intervista a "I Guatemala" che ci presentano il brano “Questione di Millimetri”


I Guatemala tornano con il loro nuovo singolo “Questione di Millimetri” è la nuova scommessa della band, una celebrazione della sensualità, unico mezzo per ritrovare il contatto umano in cui sentirsi finalmente liberi e uniti. Un’emancipazione celebrata a un ritmo tribale bembé, che significa “festa”, tra armonie aperte e ostinate, e linee vocali che ansimano nell’orecchio, come un incessante respiro caldo la voglia di contatto.

Il target a cui la band si rivolge in effetti è la stessa classe sociale a cui i quattro appartengono: una generazione costretta in un mondo confuso e fatto di distanze che trova libertà soltanto nella musica. Questo è il perno dei testi dei Guatemala, che prendono di petto queste forti emozioni esorcizzandole sul palco.

"Ti intervisto", intervista a "I Guatemala" che ci presentano il brano “Questione di Millimetri”

INTERVISTA A "I GUATEMALA"


Come nasce la Vostra passione per la musica?


La vita di ognuno di noi è sempre stata segnata dal mondo della musica, fin da piccoli, sebbene per ognuno in modi differenti, e forse proprio il modo diverso in cui ciascuno dei Guatemala ha vissuto la musica nel passato, ha fatto nascere lo stile Guatemala che ci caratterizza. Uniti da questa passione comune, la musica è diventata per noi qualcosa di più: dall’essere un percorso individuale ora è per ognuno di noi anche parte di un progetto più serio, che cresce in fretta man mano che i Guatemala si trovano davanti ad una nuova esperienza.

Che cosa potete dirci riguardo alla Vostra canzone "Questione di millimetri"?


Il nostro ultimo singolo, Questione Di Millimetri, è un inno alla libertà che si può trovare nel contatto più primordiale, e anche sensuale, tra esseri umani. In un momento e in una generazione che sta vivendo il distacco emotivo e la separazione sia sociale che umana, l’unico modo che abbiamo per tornare a sentirci vivi è riscoprire la semplicità dell’unione più primitiva fra di noi, che abbiamo raccontato con ritmi tribali, armonie dirette e incalzanti, e voci che ansimano nell’orecchio, celebrando un ritorno alla libertà emotiva in questi quattro minuti di energia.

Questo brano è frutto di un processo creativo lungo e attento, che ha visto anche la collaborazione del produttore Ale Bavo, a Torino, e anche di Margherita Vicario, con la quale abbiamo rimaneggiato questa canzone nel corso del Reset Festival. Questione Di Millimetri è la hit che segna il nostro passaggio ad uno stile più maturo e pronto per un pubblico più ampio.

Progetti per il futuro?


Abbiamo in tasca diversi brani da proporre, che non vediamo l’ora di pubblicare in un’ottica di promozione live possibilmente anche al nord Italia. La nostra natura è sul palco, lì viene fuori il meglio dei Guatemala. Esibendoci Live troviamo la massima espressione del nostro fondamentale rapporto elettrico col pubblico e della nostra energia fatta per muoverci e far muovere, come in una grande danza intorno al fuoco. E’ così che vediamo e vogliamo vedere il nostro futuro migliore.


Ringraziamo l'addetta stampa Sara Zamboni per la preziosa e consueta collaborazione

"Ti intervisto", intervista a "I Guatemala" che ci presentano il brano “Questione di Millimetri”

8 visualizzazioni0 commenti
  • Facebook
  • Instagram