• Jessica Gori

Weekend al cinema con "Come ti divento bella" | Recensione a cura di Jessica Gori

Titolo: Come ti divento bella


Regia: Abby John, Marc Silverstein


Cast: Amy Schumer, Michelle Williams, Rory Scovel, Busy Phillips, Lauren Hutton, Tom Hopper


Trama: Renée Bennett è alta e bionda, però decisamente non snella e tonica e ha un impiego modesto all'interno di una grande casa di cosmetica, gestita da Avery Le Claire.

Durante una lezione di spinning, Renée cade dalla cyclette e batte la testa: da quel momento la percezione di se stessa cambia e inizia a convincersi di essere molto attraente.

Avendo acquisito molta più sicurezza , anche le sue relazioni sociali migliorano e questo le permette di conoscere Ethan, un ragazzo che ben presto si innamora di lei.

Recensione: Amy Schumer è un'attrice, una comica, ma anche una sceneggiatrice e, in questo caso, produttrice.

Amy, come la protagonista di questa commedia da lei interpretata, ha fatto della sua simpatia il suo punto di forza, non rispecchiando i cosiddetti "canoni" di bellezza che la società moderna purtroppo oggi impone.

Diversi sono gli argomenti trattati, come ad esempio la mancanza di autostima e le difficoltà di inserimento per chi non ha determinati requisiti fisici.

Spesso è l'aspetto esteriore a prevalere, persino rispetto all'intelligenza e alle doti pratiche molto utili nel lavoro e nella vita.

Renée fa squadra con le amiche del cuore, Vivien e Jane, ma a volte si sente invisibile agli occhi del mondo; per questo il piccolo" incidente" capitatole sarà come una sorta di seconda vita.

La nuova" lei", sicura e intraprendente, avrà modo di osservare più da vicino quelle ragazze che fino a poco prima le sembravano dee, come la padrona della compagnia per la quale lavora, Avery, interpretata dalla bravissima Michelle Williams, qui in una veste inusualmente divertente. Per scoprire che forse qualcosa in comune tra loro e Renée esiste.


Voto: 7

Weekend al cinema con "Come ti divento bella" | Recensione a cura di Jessica Gori

8 visualizzazioni0 commenti
  • Facebook
  • Instagram