Weekend al cinema con "Hustle" | Recensione a cura di Jessica Gori

Titolo: Hustle


Regia: Jeremiah Zagar


Cast: Adam Sandler, Robert Duvall, Queen Latifah, Juan Hernangomez


Trama: Stanley Sugarman è un talent scout del basket e lavora da anni per la società dei Philadelphia 76ers.

In Spagna, per caso, assiste ad una partitella tra ragazzi per strada e lì nota un giovane di grande talento, Bo Cruz, che vive con la madre e con la figlioletta.

Stanley lo porta in America e, dopo aver rotto i rapporti con i Philadelphia, decide di allenarlo da solo e di esserne il procuratore, sperando di farlo arrivare a giocare nel NBA.


Recensione: In questo film targato Netflix Adam Sandler, star della comicità, ci offre un altro volto, quello più serio e impegnato.

L' attore è tra i produttori insieme al campione dei Los Angeles Lakers LeBron James.

Una parata di stelle del basket, che interpretano loro stessi, compaiono a fianco del protagonista; Juan Hernangomez, nei panni di Bo, è uno di questi: infatti il ragazzo, 2.06 metri di altezza, gioca davvero nel NBA, nelle file dello Utah Jazz.

Qui rappresenta la sfida più grande di Sugarman, quella che vale la rivalsa di tutta la sua vita, la dimostrazione per l'uomo di essere davvero bravo nel suo lavoro e la proiezione di tutte le aspettative non realizzate da lui quando era giovane.

Pur sapendo di rischiare grosso lasciando la società dei 76ers e andando incontro all'iniziale disapprovazione della moglie, Stanley impiega tutte le sue energie nella preparazione atletica di Bo, affiancandolo anche come la figura paterna che il ragazzo non ha mai avuto.

Bel gioco e grandi prestazioni sportive si susseguono durante il film, ad impreziosire una trama non eccelsa, ma sicuramente molto piacevole da vedere, perché ci insegna i valori della tenacia, della perseveranza e dell'amicizia.


Voto: 7

Weekend al cinema con "Hustle" | Recensione a cura di Jessica Gori

16 visualizzazioni0 commenti
  • Facebook
  • Instagram