• Jessica Gori

Weekend al cinema con "Midnight in Paris" | Recensione a cura di Jessica Gori

Titolo: Midnight in Paris


Regia: Woody Allen


Cast: Owen Wilson, Rachel McAdams, Adrien Brody, Marion Cotillard, Carla Bruni


Trama: Gil, sceneggiatore in pausa dal lavoro, si reca in vacanza a Parigi con la fidanzata Inez e con i genitori di lei.

Una sera, passeggiando da solo di notte per le vie della capitale francese, accetta un passaggio su un' auto d'epoca e, magicamente, si ritrova catapultato indietro nel tempo...

Recensione: Woody Allen è uno di quei registi che o lo si ama o lo si odia.

Nonostante infatti la critica lo abbia quasi sempre osannato, il pubblico nei suoi confronti si divide.

Il suo stile è inconfondibile, sia che si tratti di pellicole drammatiche o di commedie: scenari con una fotografia impeccabile a fare da sfondo ai personaggi che sono lo specchio di tutte le speranze, i desideri , ma anche delle paure e delle nevrosi umane.

Qui Allen non è protagonista del suo film come spesso accade; è solo colui che tiene le fila dietro la macchina da presa, lasciando la narrazione ai personaggi stessi che, comunque, attraverso le loro espressioni fanno trapelare la sua visione della vita.

" Midnight in Paris" è una delle più deliziose opere del regista: vincitore dell'Oscar per la miglior sceneggiatura originale, è una storia particolare che ci fa rivivere la Parigi sempre affascinante degli anni ' 20 , pullulante di cultura, che vede la presenza contemporaneamente di grandi artisti del calibro di Francis Scott Fitzgerald e la moglie Zelda, Hemingway, Salvador Dalì, Picasso...

Incontri illuminanti per il protagonista Gil, che ogni sera, a mezzanotte, ripete l'esperienza di ritrovarsi in compagnia di queste persone: una sospensione dalla realtà che gli farà capire quanto importanti siano i nostri sogni e che forse non è mai troppo tardi per provare a realizzarli.


Voto: 9

4 visualizzazioni0 commenti
  • Facebook
  • Instagram