• Jessica Gori

Weekend al cinema con "Pieces of a woman"| RECENSIONE E VOTO

Regia: Kornel Mundruzcó


Cast: Vanessa Kirby, Shia Lebeouf, Ellen Burstyn, Molly Parker, Iliza Shlesinger


Trama: Martha e Sean si amano e sono in attesa della loro prima figlia. Decidono di avere il bambino in casa, ma il parto purtroppo non va come previsto e la piccola muore dopo pochi minuti dalla nascita. Questo dramma comporterà periodi molto bui nella vita della coppia.

Recensione: Perdere un figlio è per un genitore sicuramente l'esperienza più orribile; perderlo dopo pochi minuti della sua vita , dopo averlo tenuto tra le braccia per la prima volta e aver sentito il suo primo vagito, è ancora più devastante.

Le ripercussioni di questo grave lutto non tarderanno a farsi sentire per Martha e Sean e mostreranno tutte le fragilità dell'uomo, tanto da farlo ricadere nelle insane abitudini di un tempo, mentre la donna sembrerà essere pervasa da una forte apatia: questo tenderà ad allontanare i due sempre più.

E le cose non vanno meglio sul fronte del rapporto tra Martha e sua madre Elizabeth, con la quale già il rapporto non era idilliaco: in questa occasione verrà in qualche modo accusata da lei di essere "colpevole" per quello che le è capitato.

La prova di Vanessa Kirby, meritatamente vincitrice della Coppa Volpi all'ultima Mostra del cinema di Venezia, sa di autenticità, rende perfettamente l'idea dell'immenso dolore che spesso anestetizza; tante sono le scene fatte di silenzi scanditi solo da una musica di sottofondo, di piccoli gesti e primissimi piani, e l'espressività dell'attrice è davvero impressionante.

Scelte registiche, quelle di Kornel Mundruczò, di grande impatto, anche per quanto riguarda la scelta del paesaggio a fare da sfondo al dramma che i protagonisti stanno vivendo: per lo più statico, quasi immobile, rigido, esattamente come la vita di Martha.


Voto: 7


6 visualizzazioni0 commenti
  • Facebook
  • Instagram